Buoni Spesa per sostenere le famiglie in difficoltà per l'emergenza Covid-19

06/04/2020  - 375 letture     Coronavirus

Buoni Spesa per sostenere le famiglie in difficoltà per l'emergenza Covid-19

Possono accedere agli interventi di solidarietà alimentare i cittadini che, per temporanea mancanza o limitazione di reddito, sono in difficoltà.

Destinatari

  • Soggetti privi di occupazione.
  • Soggetti cui l'attività lavorativa è stata interrotta oppure ridotta.
  • Soggetti in attesa dì cassa integrazione.
  • Nuclei con disabili in situazione di fragilità economica.
  • Riduzione del reddito tale da determinare lo stato di indigenza (es.spese funerarie che hanno inciso fortemente, o hanno portato la famiglia all'accensione di un prestito).
  • Soggetti con Reddito di Cittadinanza attualmente sospeso, revocato e decaduto.
  • Nuclei monogenitoriali privi di reddito o in situazioni economiche tali da non poter soddisfare i bisogni primari dei minori.
  • Presenza nel nucleo familiare di persone con disabilità permanenti associate a disagio economico.
  • Nuclei familiari con situazioni di patologie che determinano una situazione di disagio socioeconomico.
  • Persone senza dimora.
  • Nuclei familiari monoreddito il cui titolare ha richiesto trattamento di sostegno al reddito o il datore di lavoro ha richiesto ammissione al trattamento di sostegno del reddito, ai sensi del D.L.18/2020, o il datore di lavoro abbia sospeso e/o ridotto l'orario di lavoro per cause non riconducibili a responsabilità del lavoratore.
  • Persone segnalate dai soggetti di Terzo Settore che si occupano di contrasto alla povertà.
  • Nuclei familiari numerosi (5+ componenti); Anziani soli con pensione minima o in assenza di pensione.
  • Nuclei che a seguito del COVID19 si trovano con conti corrente congelati e/o nella non disponibilità temporanea dei propri beni e/o non possiedono strumenti di pagamento elettronici.
  • Partite Iva e altre categorie non comprese dai dispositivi o in attesa dei dispositivi attualmente in definizione a livello ministeriale.
  • Soggetti per i quali si valutano vulnerabilità particolari non rientranti nelle categoria sopra indicate.

Come ottenere gli aiuti

  • Sostenendo un colloquio telefonico con l'assistente sociale: +39 39 345 86 51 512 disponibile nei seguenti orari: martedì 14.00-15.30, giovedì 13.30-16.30; oppure con il Centro di ascolto Caritas: +39 0373 200 533.
  • Compilare un'autocertificazione reperibile già stampata in uno scatolone fuori dal Comune.
  • Infine, l'utente dovrà:

Allegati

FileTipo e dimensioneUltima modifica
 autocertificazione-quintanopdf - 310,87 kb06/04/2020 16:24:12
 avvisopdf - 744,10 kb06/04/2020 14:26:19

Condividi:


Contattaci
Un pratico modulo da compilare per corrispondere direttamente con gli uffici comunali.

torna all'inizio del contenuto