La parrocchia di san Pietro

Vicende storiche

Le notizie anteriori al 1459 sono assenti; è noto che, in quella data, Quintano apparteneva alla pieve di Palazzo Pignano sotto la diocesi di Piacenza il cui vescovo provvedeva direttamente alla nomina del parroco.

Durante la visita del vescovo Scotti del 1566 la chiesa aveva il titolo di rettoria con 125 “anime da comunione” ed un reddito del beneficio parrocchiale pari a 470 libre. Nel 1569 il vescovo Paolo Burali (poi venerato come beato) istituiva la Confraternita del Santissimo Sacramento con regolamento proprio.

Solo a partire dal 1575, tuttavia, si hanno notizie più dettagliate, a partire dal primo rettore-parroco censito nell'archivio, Giacomo Penna. In quell'epoca per l'amministrazione del battesimo si provvedeva presso la chiesa di Pieranica.

Nel 1580 Quintano passava alla neonata diocesi di Crema che pochi anni dopo, nel 1593 (o nel 1599 secondo altre fonti), istituiva il vicariato di Quintano che aveva giurisdizione sulle parrocchie di Quintano, Azzano, Campagnola, Capralba, Casaletto Vaprio, Cremosano, Farinate, Santo Stefano in Vairano, Pianengo, Pieranica, Scannabue, Torlino Vimercati e Trescore Cremasco, Il vicariato fu soppresso nel 1683 e trasferito a Trescore Cremasco. Quintano aveva all'epoca 260 “anime da comunione”.

A partire dal 1579 iniziava la riedificazione della chiesa consacrata poi dal vescovo di Crema monsignor Gian Giacomo Diedo nel 1588.

Nel 1732 al parroco fu concesso il titolo di prevosto: il primo parroco ad utilizzare il titolo fu Andrea Giardino.

Nel 1822 la rendita del beneficio parrocchiale ammontava a 1935,60 lire e la parrocchia contava 272 anime sotto il vicariato di Trescore Cremasco.

A partire dal 1952 la chiesa fu interessata da interventi di allungamento sulla facciata per far fronte alle esigenze dovute all'aumentata popolazione.

Con la revisione delle strutture territoriali della diocesi del 1970, la parrocchia di Quintano è stata inclusa nella zona pastorale nord.

Nel 2001 la Diocesi di Crema provvedeva all'istituzione dell'unità pastorale con la parrocchia di sant'Ambrogio di Torlino Vimercati; nel 2018 l'unione pastorale veniva unita all'unione pastorale della parrocchia di San Biagio di Pieranica e San Lorenzo di Azzano, formando un'entità che riunisce quattro parrocchie. La residenza del parroco della nuova unione pastorale è stata fissata a Pieranica.

Elenco dei parroci

Parroci di Quintano 1575-2001

  • 1575-1592: Giacomo Penna;
  • 1592-1621: Stefano Barbati;
  • 1621-1628: Giacomo Barbati;
  • 1629-1640: Giovanni Pietro Fusari;
  • 1641-1666: Giorgio Bertolotti;
  • 1666-1681: Pietro Paolo Lotti;
  • 1681-1684: Giovanni Battista Venturelli;
  • 1684-1732: Giacomo Caimo;
  • 1754-1793: Agostino Samarani;
  • 1794-1808: Giovanni Battista Bora;
  • 1808-1850: Giuseppe Antonio Foppa;
  • 1850-1856: Pietro Lena;
  • 1856-1877: Giovanni Battista Caravaggio;
  • 1878-1899: Agostino Oldani;
  • 1899-1943: Luigi Bombelli;
  • 1943-1988: Costante Letterini;
  • 1988-1991: Mario Pavesi;
  • 1991-2001: Luciano Pisati.

Parroci dell'unità pastorale Quintano-Torlino

  • 2001-2001: Luciano Pisati;
  • 2001-2002: Franco Mandonico;
  • 2002-2011: Giambattista Scura;
  • 2011-2018: Pier Giorgio Renzi.

Parroci dell'unità pastorale Pieranica-Azzano-Quintano-Torlino

  • 2018-presente: Piero Lunghi

Fonti

 Ultimo aggiornamento: 11/05/2019
Luigi Bombelli
Luigi Bombelli, prevosto dal 1899 al 1943
Costante Letterini
Costante Letterini, parroco dal 1943 al 1988. L'amministrazione comunale gli ha dedicato una via.
Giambattista Scura
Giambattista Scura, è stato parroco dal 2001 al 2011
Piergiorgio Renzi
Piergiorgio Renzi, è stato parroco dal 2011 al 2018


Contattaci
Un pratico modulo da compilare per corrispondere direttamente con gli uffici comunali.

torna all'inizio del contenuto